Sai come funziona l'ansia? - The Strange Situation
435
post-template-default,single,single-post,postid-435,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Sai come funziona l’ansia?

Il grafico in figura mostra come l’ansia sia necessaria per garantire una buona prestazione ad un compito che stiamo svolgendo, come ad esempio un esame!

Sull’asse y è rappresentata la qualità della prestazione: bassa o alta.

Sull’asse x è rappresentato  il livello di attivazione (livello di arousal) del nostro organismo:  alta o bassa.

Se il livello di attivazione (arousal) è basso (in figura: in basso a sinistra) la prestazione sarà scarsa.

Se il livello di attivazione (arousal) è medio (in figura: al centro in alto, curva ad U rovesciata) la prestazione sarà ottima, ecco perchè è importante essere attivati quanto basta!

Se il livello di attivazione (arousal) è alto (in figura in basso a destra) la prestazione sarà nuovamente scarsa.

La curva ad U rovesciata mette in luce come una buona dose di ansia sia indispensabile per attivare l’organismo e per ottenere la prestazione ottimale.

Insomma, se l’attivazione del tuo corpo e dell tua mente è troppa o troppo poca i risultati che otterrai saranno scarsi, se l’attivazione è media la prestazione sarà buona!

Come si può ben vedere dalla figura (in basso a destra) se il livello di arousal, cioè di attivazione del nostro organismo, è elevato e prolungato nel tempo, il nostro corpo produce una risposta di stress, panico e ansietà che ci impedisce di gestire le situazioni più complesse in modo razionale e logico.

Condividi